+39 06 77201148
segreteria@aidel22.it

Via Mortara, 2
00182 Roma

Sono Carlotta, la mamma super orgogliosa di Federica, una ragazza di 26 anni che quest’estate ha avuto l’opportunità di entrare a far parte della meravigliosa famiglia allargata di Radio AIdel22.
Ho usato il termine “famiglia” non a caso poiché lì Federica si è sentita veramente a casa, accolta e valorizzata dall’encomiabile lavoro svolto da Caterina, Francesco e dal resto dello staff.

Radio AIdel22 è la voce dei nostri ragazzi, un’opportunità che li ha spinti a superare le difficoltà, le paure, i momenti d’imbarazzo ai quali sono soliti andare incontro nella quotidianità per mettere a nudo se stessi raccontandoci quelle passioni profonde che danno loro un’irrefrenabile voglia di vivere.

Federica si è avvicinata a quest’esperienza mentre attraversava un periodo difficile e la radio si è rivelata essere per noi un punto da cui ripartire.
Il senso di coesione all’interno di un gruppo nel quale ha stabilito dei legami forti e duraturi e la presenza costante di guide sono stati e sono tutt’ora, per lei, una fonte inesauribile di positività.

Radio AIdel22 racconta molto di più di una ricetta o della trama di un film; parla d’impegno e del desiderio d’indipendenza e c’insegna come, rispettandosi a vicenda, si possa essere padroni di se stessi non ignorando ma convivendo con le proprie fragilità.
Questo progetto cerca così di trasmettere leggerezza ma nella consapevolezza che soltanto grazie ad un impegno costante si possono fronteggiare e superare le avversità.
Federica si è divertita molto e ha riscoperto il piacere di imparare una cose nuove col sorriso e senza alcuna pressione.

Radio AIel22 è una voce rara e preziosa, la voce di tanti ragazzi che vogliono comunicare al mondo senza essere giudicati poiché non importa se tale voce sia bella o meno, ma che lo siano i concetti che esprime.
Per concludere, riassumerei il mio pensiero con quest’espressione: “Wow! Radio AIdel22 è davvero … wow!” (spero mi concediate, per l’occasione, quest’eccesso di esuberanza).

Tutti noi dobbiamo dunque supportare questo meraviglioso progetto affinché si espanda fino a che non si sarà esteso, un giorno, catturando la sensibilità e il cuore di più persone possibili anche al di fuori dalla nostra realtà.
Solo così si possono costruire le basi per fondare una società più giusta nella quale tutti vengano messi in condizione di esprimere al meglio le proprie potenzialità, applicando sempre il massimo rispetto e puntando sul supporto reciproco degli uni verso gli altri.

Carlotta Scarpa Doria
Socia di AIdel22